Il muro di Berlino del liberismo

È di questi giorni la notizia del fallimento della lehman brothers e del pesante intervento della fed sul mercato azionario/finanziario americano.
A questo proposito ho trovato interessante un articolo di Piero Ostellino, nel quale stigmatizza ( correttamente, a mio modo di vedere) che il de profundis al capitalismo ed al mercato hanno sempre visto una sua "rivincita", perché a conti fatti (e sono d’accordo) non esiste un sistema più funzionale ed efficente del mercato per dare un prezzo ad una merce.
Ciò su cui mi permetto di dissentire è l’individuazione delle responsabilità. È certamente possibile e vero che la politica sui tassi delle banche centrali non sia stata molto oculata, anzi male impostata. Non é possibile tuttavia pensare che il solo problema l’abbia creato la FED, oggi come nel ’29.
Non è questione (non solo almeno) di eccessiva avidità e voracità del capitalista: è questione che nell’orgia finanziaria ci sono troppi conflitti di interesse, troppe poche regole e troppa poca trasparenza.
L’Italia fa sempre caso a parte, ma leggetevi un pò il post di beppe grillo sul programma "pattichiari"… Sicuro che la colpa sia solo della FED? Non è che è crollato un muro di Berino anche per il liberismo ed Ostellino & co. se ne devono ancora accorgere?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: