Napoli, la città della libertà

Napoli é una città abbandonata a se stessa ed alla prepotenza dei cafoni che l’infestano.
Dice un vecchio adagio: questo è il paese di mastro Rafele, chi prima si sceta, quello comanda. È verissimo.
Può succedere benissimo allora che un teatro decida di dare una festa per strada, di notte, con tanto di canti, balli e fuochi d’artifiicio.
Speriamo che Marisa Laurito smetta presto di perforarmi i timpani. Sono le 3 e vorrei dormire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: