Baruch Spinoza era un uomo libero

Spinoza preferì costruir lenti nella sua piccola bottega pur di continuare a scrivere ciò che pensava. Sarebbe potuto diventare un uomo ricco e rispettato: eppure non scambiò la libertà di pensiero con mammona e l’accettazione sociale.
Capita continuamente che uomini intelligenti e liberi vengano corrotti da chi ha paura del loro cervello pensante. L’eterodossia raziocinante del pensiero critico è veleno per ogni sistema di potere basato sull’ipocrisia e su valori tradizionali, basati cioè sulla consuetudine.

uno schemino veloce veloce...
E’ una lotta continua tra bugia e verità, o tra Verità e verità. Uno dei sistemi più semplici (ed usati) è ripetere 1000 volte una bugia sperando che prima o poi diventi verità per gli altri. Oppure far finta di esser disponibili ad uno scambio dialogico, costruttivo… In realtà ti ritrovi a parlare con un bulldozer.
Maestri inarrivabili di quest’arte e grandi utilizzatori di quest’ultima tattica: alti prelati, preti, ferventi cattolici in generale.
Il mons. Fisichella (vedi qui per un florilegio) ha dimostrato oggi (durante una delle interviste della Annunziata) di essere un gran conoscitore della sacra tecnica del "capzioso muro di gomma", fingendo per l’ennesima volta una disponibilità al confronto che è solo volontà di monologo e vanità solipsistica.
Si parla a tutto campo, la discussione viene trascinata abilmente dalla Annunziata sulla realpolitik, ed il mons.F  non si scompone se non quando gli viene chiesto di parlare con chiarezza cristiana ( Matteo, cap5, ver 37).
Per il resto il muro di gomma funziona: respinge magicamente tutte le critiche, copre cristianamente ogni magagna (propria), rilancia in campo avversario con stringente logica argomentazioni che si pretende di smontare nel proprio campo con il dogma. E pensare che qualcuno tanto tempo fa parlava di travi e pagliuzze…
La capziosità di fondo comunque è sempre la stessa: la chiesa come una vittima dei laicisti che vorrebbero negarle la possibilità di esprimersi. L’affermazione in sé fa abbastanza ridere, ma il punto è che doppiamente falsa. In realtà siamo difronte ad una guerra alla modernità portata avanti dal Vaticano. Guerra al pensiero razionale, guerra alla libertà di pensiero ed all’eterodossia del dubbio. Certo per chi pretende di avere tutte le risposte in tasca il dubbio suona sacrilego, e molto pericoloso.
Non ho mai sentito nessuno contestare ai tanti monsignori che si affacciano da tubi catodici, articoli di spalla e copertine lucide che la battaglia "laicisti VS cattolici" sia in realtà un paravento, una capziosità di comodo. Purtroppo la Annunziata non fa eccezione, ma è stata comunque brava -come dicevo- a far prendere posizione al monsignore. Ha anche dimostrato -semmai ce ne fosse stato bisogno- oltre ogni ragionevole dubbio la militanza e la faziosità del Vaticano.
La chiesa a cui ogni cristiano -vabbè, facciamo la maggioranza, oppure una miniranza qualificata 😀 – vorrebbe fare parte è una chiesa impegnata politicamente, nel sociale, non nei palazzi. E’ la chiesa di Don Milani, pronta a stigmatizzare "le destre", ma che mai si sognerebbe di diventare centro di potere.
Nessuno vuole escludere Cristo e chi crede in lui dalla società. Si chiede solo di non fare la fine di Spinoza, perchè non tutti possono essere eroi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: