Il razzismo è una bomba ad orologeria

… e pensare che c’è chi vorrebbe farla diventare una bomba con innesco a distanza. Questa impressione suscita il post di Beppe grillo sulla "questione rom", vista da lui come una bomba ad orologeria, pronta ad esplodere. Ed è proprio questo aspetto ad essere più odioso e sospetto: la malcelata volontà di cavalcare le peggiori pulsioni della società massificata. L’ignoranza e la paura non devono essere usate come armi politiche e strumenti di consenso. Già da anni partiti come la lega campano fomentando la paura del diverso e la violenza xenofoba, di emuli non ne sentiamo proprio il bisogno. Leghista è anche il tono della classica lettera (un topos) del classico "cittadino italiano e del mondo" che Grillo pubblica. Il cittadino d’italia e del mondo dimostra una ristrettezza di vedute da fare invidia alla vecchietta di 99 anni che va a messa tutte le mattine. Nulla di nuovo anche su questo fronte, i più grandi razzisti sono spesso proprio gli immigrati, ed anche in questo caso la lega con la sua base ne è un esempio. Non si capisce poi come Grillo trovi conciliabili le idee e concetti quali rete, globalità, democrazia dal basso, sincronicità, potere orizzontale con l’elogio dei confini e dell’Europa dei popoli di Finiana memoria. Se si rimprovera (a giusta ragione) la doppia morale dei potenti e l’ipocrisia di chi vuole, chessò, il capitale libero e mobile e le persone vincolate alla propria nazione, o libertà ed estensione dello spazio di libero commercio sulla pelle dei ceti sociali più deboli, bisognerebbe essere abbastanza intelligenti da non cadere nello stesso errore. Insomma, da qualsiasi punto la si guardi, questa uscita non mi è piaciuta proprio. Spero sia solo un incidente di percorso.

Annunci

4 thoughts on “Il razzismo è una bomba ad orologeria

  1. pellizzer ha detto:

    E questo sarebbe un “incidente di percorso? Grillo, (il condannato per omicidio colposo plurimo, che dice e si contraddice), è un grande paraculo, piuttosto!
    … Tanto, dopo le inevitabili polemiche, sappiamo come risolverà anche stavolta la faccenda!
    Lui, domani, dirà che sui rom aveva fatto ironia. Dirà che voleva far riflettere, che le sue parole (anzi, le parole di un suo amico), sono state fraintese, ecc. ecc.
    Tra parentesi: io penso che dobbiamo cacciare chiunque non è in regola (lavavetri compresi), ma ritengo che Grillo sia capace di dire tutto e il suo contrario, ormai!

    Pellizzer (anticlericale “fastidioso” e sinistroide)

  2. GabrielMarquez ha detto:

    Non esistono differenze, siamo tutti uguali, la lega è un partito razzista lo sanno tutti, dovrebbe essere isolata..invece! C’è bisogno di dialogo, non di paura e odio..Ciao

  3. N3m0 ha detto:

    Spero sia un incidente di percorso.
    Tralasciamo grillo, che di per se mi interessa relativamente poco. Quello che trovo sociologicamente interessante è lo zoccolo duro partecipativo che si è attivato, auto-gestendosi.
    Mi sembra un’innovazione non da poco in un paese che -tra i suoi problemi principali- vanta 0 civismo, 0 società civile e 0 controllo di quest’ultima sulla politica e sull’economia.

    Non vorrei rispondere al “qualunquismo” di grillo col contro-qualunquismo qualunquista 😀

  4. stefanovecoli ha detto:

    avevo seguito con simaptia grillo…ma dopo il V-day credo si debba riflettere meglio su questo “fenomeno mediatico”….dai bollini blu ( e chi è lui per poterli dare? un altro unto dal Signore) alle idee e parole ultimamente scritte nel post sui Rom…meglio riflettere senza cercare nuovi idoli…ciaooo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: